Danzatori nell’Oscurità – Parte XI

«Vi è qualcosa che mi spaventa» disse Vanja «in queste strade deserte. Mi stringo nel cappotto, come se avessi paura che il freddo e la paura penetrino il mio corpo. Ho paura quando vedo persone felici in un luogo abbandonato. Ho paura quando vedo falsa allegria che contamina come una malattia quei volti emaciati e... Continue Reading →

Danzatori nell’Oscurità – Parte X

«E assistiamo a quella violenza» riprese Lysandre «di cui l’uomo è protagonista, in un ciclo che pare non volersi risolvere. Appena la catena pare unirsi, si spezza in un altro punto ed ecco che si lotta in una schiavitù totale verso il sangue. Guerra per dispetto, per morte e per sottomissione. Ma ancora vedo quella... Continue Reading →

Danzatori nell’Oscurità – Parte IX

«Devo trovare una continuazione» disse Lysandre «per questa vita che disprezzo e vorrei vedere sbriciolarsi sotto i miei passi. Odio l’umanità. Odio tutto quello che possa essere debole, frivolo e sciocco. Forse nemmeno io stesso mi salverei da questa autodistruzione, tanto vedo la mia imperfezione da desiderare di sparire. A volte è meglio non essere... Continue Reading →

Danzatori nell’Oscurità – Parte VII

«C’è qualcosa che mi attira» disse Haydèe «nel suo sguardo magnetico come ghiaccio. Forse ha qualcosa da raccontare, forse i suoi occhi sono testimoni di una storia muta, nascosta nel suo animo. Mi rilasso e i miei occhi si appoggiano curiosi, volando avanti e indietro, come un uccello dei boschi che osserva curioso l’oggetto dei... Continue Reading →

Danzatori nell’Oscurità – Parte VI

Rieccomi a casa!  Spero di aggiornare regolarmente questa storia e scrivere di getto, seguendo il ritmo di quello che mi ispira la giornata, sperando vi faccia piacere ❤ «Contemplo» disse Lysandre «quelle due figure abbracciate, che si mescolano nella consolazione e nelle lacrime. Vedo due streghe scappate dal rogo di un mondo che non le... Continue Reading →

Danzatori nell’Oscuritá – Parte IV

Sono sempre al masterclass ma ho avuto il tempo per scrivere un altro seguito! «Dmitrj!» iniziò Vania «vorrei urlare il suo nome ed esaurire tutto il fiato contenuto nel mio corpo, fino a svuotarmi e ripiegarmi su me stessa. Vorrei perdere il mio essere, di cui nessuno ne sentirebbe la mancanza. Io per prima. Odio... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑