Auguri al blog e Seconda diretta

Qualche giorno fa (il 13) il mio blog ha compiuto 3 anni 🙂 Ne sono molto felice e spero presto di riprendere a pieno regime a pubblicare qualche bel post. Vorrei andare un po' avanti con lo studio ^^   La seconda cosa che vorrei dirvi è che il 25/06 alle 21:00 farò una seconda... Continue Reading →

The Moor – Disorganizzazione

Ultimamente mi sono ritrovata a vivere momenti di completa disorganizzazione. Posso ancora ancora condividere con un certo tipo di disordine, ma mi sto rendendo conto di avere un po’ di problemi con le cose (e le persone) disorganizzate. A tratti mi irritano, a tratti mi lasciano proprio confusa. È ovvio che alla fine mi adatto... Continue Reading →

The Moor – Gentilezza

Essere gentili è difficile. Tendo a nascondere dal vivo i miei sentimenti: se faccio un'azione gentile faccio in modo di essere schiva o me ne allontano, come se l'avessi compiuta per sbaglio. Ho vergogna della gentilezza, ho vergogna di mostrare bontà. Sarà il mio essere tsundere. Mi piace sentire gratitudine dall'altro (finché non diventa morbosa)... Continue Reading →

I colori della corte Raynor: Cucina

Ed eccoci a “I Colori della corte Raynor” rubrica gestita insieme alle mie due amiche: Alessia ed Anna! Questa volta il tema è stato scelto da Anna: Cucina! In un certo senso cucinare è un po' come la musica: diversi elementi si combinano per comporre una sinfonia. Dr. House - Medical Division Ammetto di essermi... Continue Reading →

The Moor – Culture

Sono affascinata da qualsiasi cultura che mi si presenti davanti. Cerco in ogni cosa di trovare e il negativo, e trovo sempre nelle diverse tradizioni cose terribili ma a volte anche affascinanti. E’ uno studio interessante, che allarga molto le vedute e permette sempre di rinnovare le proprie idee. Forse è importante legarsi alle proprie... Continue Reading →

Ricordo una memoria andata

Ricordo una memoria andata, di proibiti sensi e bui presagi, di quando invano parlare Seppur si fingeva liberalità e apertura. Io, sciocco pensatore, parlavo di quello che nel cor si agitava e agli occhi altrui pensavo di fidarmi rivelando l'intimità del mio essere. Ma non notavo truci sguardi, parole sussurrate e dita puntate, tutto pareva... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑