Punti di vista – Coro stonato

Punti di vista – Coro stonato

Rubrica in collaborazione con Alley e La Corte

Esercizi per scrivere
Logo della rubrica gestita insieme ad Alley e La Corte

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Ecco a voi la rubrica “Punti di vista”, gestita insieme alle due amiche: La Corte Alley! Lo scopo della rubrica è quello di scrivere un breve testo, seguendo il tema scelto. Ognuna scriverà il tutto con il proprio stile!

Ps. Mi scuso per il ritardo: avrei dovuto postare il tema ieri! Purtroppo per vari motivi non mi è stato possibile e vi chiedo di scusarmi!

Il mio testo

Come fossi precipitata dai fasti delle più grandi corti europee a quel degrado mi era inconcepibile. Tante mie compagne erano finite in un incendio o perse chissà dove. Sapevo che l’umanità si disperava di questa perdita ma quando eri una polifonia della nostra levatura pregavi per non finire nelle gole di studentelli svogliati e cantanti dalle manie di grandezza e che poi cantavano tutto male. Tra una pausa e l’altra della mia vita infame in quel coro, i cantanti si ripetevano “ma noi siamo cantanti, è un degrado per noi stare in un coro”.

Benissimo, mi ripetevo anch’io. Sarebbe molto meglio non essere cantati da voi. Andate piuttosto dalle mie sorelle di opera, anche loro meritano di essere ben infangate.

I soprani si prodigavano in acuti esagerati per farsi sentire, i bassi impastavano la loro voce per sembrare più virili, i tenori erano pochi e raccattati all’ultimo e i contralti… i contralti non esistevano, servivano solo a fare organico orchestrale.

Mio creatore, perché non mi hai lasciato riposare nella tua mente?

Il tema

Il tema di oggi è stato scelto da me: immedesimatevi nella musica cantata in un coro stonato.

Le mie considerazioni

Il testo è molto corto, lo so, ed è scritto anche di getto ma mi sentivo molto in colpa di non avere postato per tempo. In ogni caso è tratto da storie fin troppo vere e sarei potuta andare avanti fino all’infinito, quindi preferisco terminare qui altrimenti poi i cantanti si procurano il mio indirizzo di casa.

Ps. Nessun cantante è stato maltrattato in questo testo e io vi amo quando:

  1. Non siete arroganti e sicuro di voi stessi a caso
  2. Cantate bene

Grazie cantante per essere passato di qui.

Non dimenticatevi di andare a leggere le versioni delle altre: La Corte e Alley.


Se vi è piaciuto l’articolo, acquistate uno dei miei libri Qui


9 risposte a "Punti di vista – Coro stonato"

      1. Il coro è aperto; devo solo vedere se ne ho ancora voglia, oppure se voglio dedicarmi ad altro, e in questo momento le mie idee sono molto confuse. Grazie di essere passata, buon pomeriggio ^^

        Piace a 1 persona

  1. “Come fossi precipitata dai fasti delle più grandi corti europee a quel degrado mi era inconcepibile” mi ha fatto ridere un sacco, insomma queste povere melodie non hanno una vita facile.. XD

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...