Wicked Fascinations – Circus Contraption

Ho pensato di dare vita a un progetto abbastanza stupido in realtà, ma spero possa interessare. Ascolto spesso musica non molto conosciuta e spesso mi ritrovo a parlare di gruppi musicali di cui non si sa nemmeno l’esistenza. Anzi mi correggo: generi musicali di cui non si conosce l’esistenza.

Ascolto moltissimo dark cabaret. Cos’è il dark cabaret? Un genere musicale nato negli anni ’70 con diverse influenze (gothic rock o darkwave ad esempio) uniti a generi teatrali (come il cabaret tedesco o i vaudevilles). Vorrei presentarvi tra tutti uno tra i gruppi più conosciuti: i “Circus Contraption” con il loro album Grand American Traveling Dime Museum. 

Con ogni articolo spero di presentarvi una canzone dell’album. Purtroppo non sono un’esperta e chiedo perdono per qualsiasi incongruenza io possa dire. Detto questo, vi presento la prima canzone dell’album “Wicked Fascinations”

 

La canzone può essere suddivisa essenzialmente in due pezzi principali, separati da un motivo al pianoforte che sarà poi ripreso in un’altra canzone dell’album (Acrophelia’s lament). Entrambi i pezzi possono essere suddivisi a loro volta in due parti.

Nel primo pezzo la voce maschile è bassa e persuasiva. Dà il benvenuto all’ascoltatore in quelle che lui chiama “wicked fascinations” (in modo molto grossolano lo tradurrei come “perfide attrazioni”) e invita a non esitare a unirsi alla loro giostra: le stranezze aspettano. Il titolo dell’album suggerisce che si tratta di un museo del decino (una moneta americana che vale 10 cents). Ma l’atmosfera è quasi da circo e il “traveling” aiuta a rendere questa idea. Inoltre si parla di “an antiquated machination” (un’antica macchina) che è poi un jukebox. Continuando con il suo invito, l’uomo illustra le “sybaritic exultation” (piaceri lascivi) a cui tutti loro sono propensi.

Dopo l’intermezzo musicale, molto malinconico ed evocativo, la musica esplode. Il benvenuto si fa più caloroso e al contempo più minaccioso. Per vedere il Grand American Traveling Dime Museum è necessario solo lasciare una moneta e affinché le persone abbiano credibilità per le loro abilità, fino al rintocco della campana di mezzanotte, si alza un’inchiesta per le afflizioni del nostro tempo.  L’ultima parte infine riprende due frasi del primo pezzo, cambiando però l’andamento che da persuasivo diventa più cadenzato e forte.

Se vi è piaciuto l’articolo, acquistate il mio libro Qui

Annunci

9 thoughts on “Wicked Fascinations – Circus Contraption

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...