Ospite a “Oggi Con Noi” Rossella Carannante

Ospite a “Oggi Con Noi” Rossella Carannante

Per la rubrica: “Oggi Con Noi” diamo il benvenuto a Rosella Carannante

Ciao Rosella e grazie per aver aderito all’iniziativa di Passione libro in gemellaggio con leinfiniteviediunaautrice di Eleonora Panzeri e Alice Jane Raynor. Direi di non perdere altro tempo e iniziare subito con le domande.

  • Com’è nato il tuo romanzo, e soprattutto da cosa trai le maggior ispirazioni?

Il mio romanzo è nato da una grande passione : il racconto giallo che tanto mi affascina sin da più piccola.

Sinceramente non ho utilizzato nessun altro libro o alcuno spunto a cui ispirarmi , era già tutto nella mia mente.

  • In che luogo e periodo è ambientata la tua storia?

Il luogo e il tempo sono indefiniti perché vorrei che il lettore si sentisse coinvolto personalmente nella storia.

  • Cosa rende speciale i tuoi personaggi? Cosa li contraddistingue dagli altri?

I miei personaggi sono speciali grazie a tanti fattori : c’è Massimo , un giovane psicologo che dopo aver parlato con una vittima di omicidio e averlo denunciato , si troverà ad indagare con la polizia sul caso (non vorrei dire altro e fare spoiler). I miei personaggi si contraddistinguono dagli altri perché hanno appunto un contatto “diretto” con i lettori , soprattutto Massimo nonché narratore e protagonista del romanzo.

  • Quali sono i punti di forza del tuo romanzo e i temi che tocca?

Credo che uno dei punti di forza principale del mio romanzo sia la trama perché a parer mio particolare , difatti, in quanto scrittrice mi ritengo soddisfatta. I temi del romanzo sono d’attualità , si parlerà di morte e di ciò che la causa. Questi vogliono essere una denuncia alla popolazione a dir poco sterile di oggi .

  • Perché pensi che le persone dovrebbero leggere il tuo libro?

Penso che le persone debbano leggere il mio libro perché credo che insegni molto da un punto di vista morale .

  • Piccolo estratto.

” Non appena solcai quell’uscio, un profumino di caffè inebriò il mio olfatto ed un viavai di persone mi fece quasi girare la testa. Io rimasi immobile li senza essere chiamato o tanto meno notato da qualcuno se non da un uomo sulla trentina , ai miei occhi sembrò rispettabile quasi da invidiare.”

  • Trama del tuo libro.

L’autrice non ci ha fornito dati in merito.

 

 

Intervista a cura di Tranquilli Maria Donata

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...