Ospite a “Oggi Con Noi” Alessandro Porro

Ospite a “Oggi Con Noi” Alessandro Porro

Per la rubrica: “Oggi Con Noi” diamo il benvenuto ad Alessandro Porro

Ciao Alessandro e grazie per aver aderito all’iniziativa di Passione libro in gemellaggio con leinfiniteviediunaautrice di Eleonora Panzeri e Alice Jane Raynor. Direi di non perdere altro tempo e iniziare subito con le domande.

  • Com’è nato il tuo romanzo, e soprattutto da cosa trai le maggior ispirazioni?

Il mio romanzo nasce quasi per caso, su un forum che trattava un altro genere, ma che aveva uno spazio per la scrittura. Da lì ho cominciato a scrivere una storia che fosse abbastanza attinente con il tema del forum ma che si discostava in tanti punti in maniera radicale. La storia ebbe un discreto successo e decisi di riprenderlo in mano qualche anno dopo concependo la trama e la storia del libro attuale.

Per le ispirazioni sono un grande debitore degli scrittori italiani e stranieri più conosciuti, tra tutti Stephen King, Terry Brooks, oltre che di Ursula Le Guin, ma anche delle serie a fumetti, dove è possibile ritrovare molte delle tematiche classiche, come la guerra, il destino, la lotta contro il male.

  • In che luogo e periodo è ambientata la tua storia?

E’ ambientato in un mondo fantastico, oltre il tempo e lo spazio: Rhondasya, una gigantesca isola che di tanto in tanto è lacerata da profondi conflitti che si risolvono con il ripristino dell’equilibrio. Su questo mondo esistono quattro grandi nazioni, anche se una è più una regione semi-autonoma, che si dividono le rispettive sfere d’influenza sul  mondo conosciuto. L’Impero Eferis che prende l’80% dei territori, in cui all’interno convivono svariate culture e razze sarà uno dei baluardi contro le truppe nemiche, il Regno del Parwur, che è un regno parecchio strano sia fisicamente sia mentalmente, con una tecnologia avanzata per certi aspetti, ma arretrata per altri, infine il Regno dei Lupi, piccolo regno barbaro, che avvierà la scintilla per lo scoppio della guerra, che avrà profonde ripercussioni anche in campo politico, economico e culturale. Oltre al mondo propriamente detto, per alcune strane leggi fisiche stazionano nel cielo una serie di isole fluttuanti, che danno il nome ad altrettanti regni dove,  ognuna, si è specializzata nel tempo in un ramo specifico delle arti e mestieri (guerra, medicina, oreficeria ecc..)

  • Cosa rende speciale i tuoi personaggi? Cosa li contraddistingue dagli altri?

Il mondo in cui agiscono Phale (la protagonista, da cui è preso i titolo del romanzo) e i suoi compagni è diviso in due macro-popolazioni con tratti per riconoscibili: abbiamo gli Aliani, uomini e donne dotati ali, di cui fa parte Phale e la sua compagnia) e gli Apterani, le persone non dotate di ali, che vedono quasi come una semi-divinità i primi. Ogni personaggio, inoltre, si porta appresso un peso di un qualcosa successa anni prima; peso che se in alcuni casi non è preponderante, in altri casi determina anche una discesa nella follia, come sarà nel caso di Sundasta, una delle Aliane più fidate che tradirà nel modo più bieco i suoi amici portando alla morte una dei suoi vecchi compagni per un egoismo personale. Ognuno è una pedina nelle mani del destino che li intreccia e li dipana a suoi piacimento sulla scacchiera del mondo. La protagonista (Phale) è continuamente lacerata al suo interno tra una parte calma e riflessiva e una parte violenta e sanguinaria che porta più volte la compagnia sull’orlo del fallimento, ma la metà oscura in alcuni casi riesce a far superare alcuni importanti ostacoli che si frappongono sul loro cammino.

Questi personaggi spesso combattono tra due istanze e non vi sono mai zone bianche e nere, ma tutti camminano nella zona grigia tra il bene e il male; come una persona leale salta la recinzione e si trova dall’altra parte, così anche una persona feroce e nemica giurata può diventare un alleato fidato. Parliamo di zone grigie, come lo sono tutti gli esseri umani del resto.

  • Quali sono i punti di forza del tuo romanzo e i temi che tocca?

Soprattutto i temi del destino, della guerra e dell’inquinamento ambientale. Essi sono strettamente legati l’un l’altro. Come i malvagi popoli del sud lavorano per accaparrarsi tutte le risorse naturali per i propri fabbisogni, soprattutto carbone che riversano nell’atmosfera (infatti nelle zone dove risiedono è molto difficile vedere la luce del sole perennemente oscurata dai fumi delle fabbriche) e lo usano per far funzionare le fonderie da dove fanno uscire armi per il popolo assoggettato al Sabernj (un dio malsano e malvagio che ambisce al dominio sul mondo rappresentato dalla forma di un serpente), ma anche metalli che riversano nel suolo; infatti alcune zone su cui si troverà a viaggiare la compagnia di Aliani sono completamente sterili o pesantemente inquinate, non solo da olio combustibile, ma anche da diversi gas tossici e accecanti. E la protagonista si è ritrovata suo malgrado in questo caos, perchè è lei stessa la causa di quello che sta accadendo, perchè è lei che ha infranto il divieto cui l’aveva messo in guardia sua zia (i suoi genitori l’abbandonarono per causa di forza maggiore alla zia e Phale non li conobbe mai, anche se conoscerà la storia grazie ai numerosi segni del loro passaggio sul mondo, sopratutto statue, chiese e città a loro dedicate, che sarà il tema della seconda trilogia ancora in fase di scrittura).

Uno dei punti di forza è il tema dell’amore che si ritrova anche in un mondo che sta conoscendo la peggiore delle guerre, ma spesso è malato come nel caso di Sundasta, che tradisce la causa per un egoismo personale, o per le schiere del Dio-Serpente che vedono nell’atto un mero scopo riproduttivo. Ma la luce può splendere anche nei punti più oscuri, ed ecco l’amore vero tra due persone che si sentono unite anche se una è partita per la guerra, l’amore tra persone dello stesso sesso è limitata, ma non meno importante, ma soprattutto l’amore che scoccherà tra la protagonista e uno dei soldati nemici che, redento, seguirà il gruppo; ed ecco che il tema dell’amore si fa  veramente universale.

  • Self o casa editrice? Parlaci delle tue esperienze in merito?

Casa editrice attraverso il crowfunding sulla piattaforma bookabook.it. In sostanza si tratta di un modo per far conoscere il proprio libro e cercare di raccogliere fondi affinchè il proprio libro venga pubblicato. Ci sono varie opzioni di acquisto, dall’ebook al libro vero e proprio fino all’acquisto delle bozze, che sono una versione non editata dalla casa editrice in cui si può vedere il modo in cui io stesso ho scritto e partorito l’idea senza intermediazioni. Nonostante possa averlo riletto e riletto più volte non sarà esente da errori, ma per questo sarà ancor più vicino a quello che io avevo in mente fin dall’inizio.

Ovviamente è molto difficile, ma viene compensata dal mio entusiasmo quando presento e parlo del libro mettendoci tutta l’anima per raccontare la storia e le piccole grandi debolezze che attraversano tutti i personaggi del libro.

  • Perché pensi che le persone dovrebbero leggere il tuo libro?

Nonostante sia un tema ormai affrontato più e volte quello della lotta tra bene e male (che poi è il tema cui noi ci troviamo ad affrontare ogni giorno quando accendiamo la televisione e vediamo il telegiornale) e peschi molto nella fantasy tradizionale, in questo libro non esiste il nero e il bianco, ma tutti possono entrare nella zona grigia e attraversarla per passare dall’altra parte. E poi i temi ambientali (inquinamento, sfruttamento delle risorse in modo intensivo) sono trattati con occhio critico e scientifico (sono laureato in Scienze Ambientali all’Università di Milano) e non con mere prese di posizione.

Inoltre all’interno di esse i protagonisti sono sempre messi di fronte a delle scelte, anche dolorose e sarebbe interessante conoscere anche le opinioni di chi leggerà il mio romanzo su che cosa avrebbero fatto loro se fossero stati al posto di uno dei personaggi. E poi la magia, nonostante permei tutto il romanzo, esso esige sempre un prezzo per il suo utilizzo, e di solito il prezzo è molto salato e non può mai essere usato con leggerezza.

Parlando prima di zone grigie possiamo odiare al massimo un personaggio, ma spesso quel personaggio farà delle cose per cui è valsa la pena che fosse così odioso per un sentimento molto più alto.

  • Piccolo estratto.

“All’improvviso Phale sentì un sibilo e capì cos’era: l’Antica Magia che era stata rinchiusa nel manufatto e che esisteva da prima che i Valdor nascessero si stava liberando e sibilava nella sua mente; percepiva il suo potere e temeva di esserne schiacciata. Improvvisamente un urlo e la magia tentò di divincolarsi per ghermirla. Sentì come il soffio di un serpente nella sua testa, tentò di liberarsi ma l’Antica magia la teneva prigioniera. Sentì il buio cadere su di lei e il suo respiro si fece più affannoso. Una luce di tenebra salì dal profondo della sua mente e, vorticosamente come una molecola di gas liberata sott’acqua, ribollì sulla sua superficie. La sua metà demoniaca era ritornata allo scoperto e il marchio sul suo braccio divenne più vivo che mai. Lanciò un urlo e un’esplosione di magia eterica squarciò l’oscurità come una grande bolla prima che intorno a lei si dissolvesse tutto. Ritornò al mondo reale, i suoi compagni si erano ritratti intimoriti dopo che erano accorsi per aiutarla. Phale sentiva i loro cuori e l’orrore che la sua visione provocava; chiuse gli occhi quando l’Antica Magia la percorse come un brivido. Vide la mano che non seguiva la sua volontà e il braccio che si distendeva fino ad appoggiare il palmo nuovamente sulla pietra.« Tu sei come l’eco di un mondo passato, freddo, cinico e con la voglia di ritornare a vivere » La magia eterica fluì dentro di lei come un fiume che avesse rotto gli argini e, abbandonandosi come una risacca, la magia ritornò indietro contro la pietra. La superficie del dolmen si incrinò frantumandosi in un cupo rimbombo; il monumento funerario si sbriciolò in tanti piccoli pezzi che rotearono per qualche istante nell’aria come piccoli folletti danzanti prima di cadere al suolo inermi. La debole luminescenza che li aveva accompagnati si spense.”

(Libro Terzo – La Magia dei Valdor – pag.52)
  • Trama del tuo libro.

Phale è la protagonista che, vittima dell’incidente del fato, ha risvegliato un dio malvagio che restava sopito in un non-luogo. Ora la sua esistenza è legata a quella del demone che, bramando la magia di cui è impregnato il mondo in cui agisce, diventa reale sotto forma di un marchio sul braccio, ma in un curioso gioco di bilanciamento, più il demone aumenta la sua potenza più la protagonista si indebolisce; ma c’è un modo per ristabilire l’equilibrio: trovare le sette pietre del potere, che furono usate già dai genitori di Phale, e usarle contro il demone per confinarlo un’altra volta nel non-luogo. Ambientato in un mondo steam-fantasy, la saga attraversa i temi del destino, della guerra e della lotta contro il male, tra viaggi, misteri e strane creature. Il fantasy tradizionale si contamina con esseri meccanici, costrutti a vapore e altre invenzioni tecnologiche tipiche dello steampunk. La lunga ricerca delle pietre si risolverà in un fallimento per il tradimento di uno dei componenti del gruppo che formano la compagnia di Phale per egoismi personali, ciononostante si riuscirà a sconfiggere il demone, solo grazie alla liberazione di un altro demone che assorbe l’energia vitale di tutti gli esseri viventi, che sarà il protagonista della successiva trilogia in fase di scrittura. La guerra è uno dei temi del libro seguito dai temi ambientali e dalla tematica amorosa, che si svilupperà inizialmente nei membri del gruppo e alla fine anche nella protagonista, che troverà l’amore laddove non l’avrebbe mai cercato. Amore che si inserisce in un modo devastato dalla guerra dove il male cerca di appropriarsi di tutte le risorse disponibili a discapito degli altri esseri viventi, ben rappresentato dai nani e dagli gnomi che abitano in cittadelle industriali in cui i fumi e vapori delle ciminiere oscurano il cielo e tagliano gli alberi per alimentare le fornaci con cui costruiscono le armi per l’esercito del Dio-serpente.

Link d’acquisto:

BookaBook

 

Intervista a cura di Maria Donata Tranquilli

Annunci

2 thoughts on “Ospite a “Oggi Con Noi” Alessandro Porro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...