History – Restaurazione

clock[1]
Dopo moltissimo tempo riesco finalmente a scrivere un altro post storico. Vi avevo promesso una storia non legata a date e a quello che si insegna nelle scuole. Eppure sono costretta oggi a fare un piccolo quadro del 1800 partendo dal suo retroterra culturale e ideale, cercando di non risultare troppo pesante.
Riprendendo il discorso di Vico, per cui la storia di una nazione e quella di un uomo scorrono in parallelo, cercherò di fare un quadro completo della situazione.
La rivoluzione con tutti i suoi ideali, il desiderio di libertà da qualsiasi autorità e modo di pensare è sconfinata in un’esagerazione che ha portato altra ingiustizia e sangue.
La Restaurazione voleva frenare tutto il progresso, mettere un limite ai mali e anche ritornare indietro, in una regressione indomabile che avrebbe permesso alle maggiori potenze di regnare incontrastate e di ritenere i popoli sotto il giogo dell’ignoranza o ancora meglio dell’oscurantismo, che l’illuminismo aveva tentato di eliminare.
Si voleva operare un ritorno alle origini quando ormai non era più possibile. Non era solo la società ad essere cambiata ma anche la concezione stesso dell’individuo (non solo dell’intellettuale, ma si pensi alle diverse fasi popolari della rivoluzione francese e al suo coinvolgimento anche nei moti). Era ovvio che ritornare indietro fosse impossibile.
Se da un lato tutto regrediva, da un lato si continuavano le scoperte geografiche, l’industrializzazione e le numerose scoperte scientifiche (soprattutto nel campo della medicina) che portarono a un miglioramento della vita di tutti i giorni. Si costruivano nuove vie per viaggiare (la ferrovia), di comunicazione (il telegrafo) e tra le nuove scoperte basti pensare che fu creato uno dei primi algoritmi per il computer grazie ad Ada Lovelace (figlia di Byron), per farvi capire quanto le scoperte di quel secolo furono importanti anche per il ‘900 e alla nostra epoca.
Tra antico (e spesso il suo lato negativo) e il nuovo, gli intellettuali e gli artisti si ritrovano a vivere un periodo di instabilità e contraddizione. Dove prima si era esaltata la ragione in tutte le sue forme, adesso si porta all’esasperazione il sentimento dell’individuo contro un mondo che non lo comprende e viene odiato. Le uniche cose che riescono a rappresentare l’animo umano dilaniato tra diversi tormenti sono solo i paesaggi naturali colti nella loro più grande irruenza e violenza. In tutto questo si rispecchia la profonda crisi e contraddizione del secolo in cui per un tratto si cerca anche un armonia nella classicità pur sapendo che si tratta solo di un’utopia.
Tenere a mente tutte queste condizioni è davvero importante per comprendere le molteplici  sfaccettature di questo periodo, senza contare le diverse ideologie, la filosofia, la cultura e anche il desiderio di libertà e indipendenza che animerà diverse nazioni. Tutte queste dinamiche nell’arte e nei romanzi dell’Europa del tempo possono essere rintracciati in un modo o nell’altro, mettendo in evidenza poi i vari problemi che emergevano nello specifico nelle varie zone.
Spero di avervi dato con questo brevissimo post una piccola visione della complessità del tempo.
Annunci

3 thoughts on “History – Restaurazione

  1. Bellissimo post! 🙂
    Robespierre (nonostante i suoi numerosi eccessi) rimane un grande esempio. Napoleone è riuscito a modernizzare tante cose certo (la sua Monarchia non era di certo arretrata come quella dei Luigi) ma su tante cose fece peggio che meglio. Ho scritto su Robespierre in un altro blog, ti metto il link: https://adelfonenci.wordpress.com/2016/02/12/personaggi-cult-horror-fantascienza-che-preferisco/

    Un caro saluto! 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...