Liebster Award Il Ritorno

Liebster Award
Dato che ho un attimo libero ne approfitto per riprendere dei vecchi tag in cui sono stata gentilmente taggata 🙂
Ringrazio quindi Sheyla KeyAngela F. Siracusa e La Corte  per la nomina e per le domande ^^

Regole

  • Ringraziare per la nomina
  • Usare l’immagine in alto
  • Nominare altri 10 blog
  • Proporre 10 domande
E ora passo a rispondere alle loro domande ^^

 

Inizio con quelle di Angela ^^
Cosa ti ha spinto ad aprire il blog ?
Vediamo… diciamo che questo non è il primo blog che apro (prima avevo un gdr). Quindi diciamo che l’idea non è stata improvvisa ma graduale. Con il passare del tempo ho sentito il bisogno di aprire un posto mio, dove potessi essere me stessa e potessi presentare ciò che mi piace e anche ciò che scrivo. E’ stata anche una sfida con me stessa per tenerlo aggiornato e renderlo interessante e sono molto soddisfatta ^^
Sempre parlando di blog, leggi con curiosità e interesse anche gli articoli più lunghi, o preferisci testi brevi, che vadano dritti al punto ?
Dipende dagli argomenti e anche dal mio “livello di sopportazione” del momento. Mi spiego. Spesso sono stressata, vado di fretta per tutti i miei impegni quindi non riesco a concentrarmi bene su un articolo molto lungo. Inoltre sono molto difficili da scrivere e non tutti riescono a essere coinvolgenti. Quindi dipende, l’importante è che siano interessante e l’argomento stuzzichi la mia curiosità ^^
Ti piace l’idea della collaborazione tra blogger, o preferisci lavorare per conto tuo? E perché ?
Anche nella vita reale sono una persona abbastanza solitaria e riservata. Non per questo rifiuto le collaborazioni (anzi sono sempre molto gradite e fin ora mi sono trovata sempre bene) ma secondo me devono essere occasionali, in nessun modo oppressive e non devono offuscare la mia attività individuale. Stare insieme è un modo per crescere e maturare insieme, scambiarsi idee e conoscersi meglio quindi in genere non rifiuto e trovo il tempo per tutto ^^
Recensioni su film, libri, serie tv e cd musicali riempiono il web. Quanto spesso ti affidi a questo strumento per valutare un’opera ? Quanto ti influenza nella scelta del prossimo libro/film/cofanetto/cd da visionare ?
Dipende, spesso poco. Un minimo d’influenza c’è sempre ma dipende da chi proviene la critica e su cosa. Posso anche non conoscere il chi ma se la critica è ragionevole ci penso su. Ci tengo a valutare le cose con il mio pensiero. Dopotutto niente è perfetto quindi ad alcuni può non piacere e ad altri sembrare un capolavoro.
Pubblicazione istantanea o centomila revisioni a caccia del minimo refuso ? 
Istantanea. Non è molto professionale, me ne rendo conto, ma purtroppo il tempo non mi permette di essere molto accurata. Se mi mettessi a controllare ogni errore, probabilmente non pubblicherei mai nulla perchè mi farei prendere dall’ansia di sbagliare e finirei per scrivere in modo troppo difficile. Soprattutto per le storie cerco di farmi aiutare da persone di fiducia.
Quanto di te come persona lasci emergere negli articoli, o nei tuoi racconti ?
Non so… non sono una persona molto interessante. Cerco di essere me stessa, ma non posso valutare quanto.
Book Club, o Gruppi di Lettura, anche on line. Cosa ne pensi ? Hai mai pensato di partecipare ?
Ci ho pensato… ma non so integrarmi bene e ne conosco ben poco, quindi non mi sono mai cimentata. Ho anche troppo poco tempo xD
Esperienze di vita, coincidenze fatali , arte, musica, letture … Che cosa ha influenzato maggiormente il tuo modo di scrivere ?
Direi tutto. Tutto diventa un pozzo da cui attingere idee, lezioni di vita e uniformarli per creare un buon racconto. Ci possono essere tesori e ci può essere una fitta oscurità ad avvolgerlo. Tutto entra a far parte di quel cuore pulsante che prende il nome di arte e nel mio caso di scrittura.
Quali sono le tematiche che preferisci affrontare, e quali invece eviteresti a tutti i costi in una storia, o in un articolo ?
In una storia non ho argomenti da evitare. Al momento sono legata a un certo tipo di tematiche e quando riterrò di averle sviluppate andrò avanti e continuerò questa mia analisi dell’umanità. Secondo me è importante conoscere ogni aspetto e non focalizzarsi solo su qualcosa. Solo in questo modo si può avere una visione più ampia del mondo, anche nei propri scritti.
Rileggere un libro, o una saga a volte può essere entusiasmante. Altre può farti scoprire nuovi dettagli … Addirittura, ciò che ci è piaciuto in passato, potrebbe non piacerci più. Ti è mai capitato ?
Sì mi è capitato. Di solito però ho continuato ad amare le cose che ho amato solo che le ho viste sotto un altra veste, forse perchè con l’età si notano cose diverse

 

Ora rispondo alle domande di Sheyla Key ^^
Qual è stato il primo film, libro, lettura di qualsiasi genere che ti ha fatto piangere o toccato profondamente?
Non posso proprio ricordarmi del primo xD Sicuramente posso dire “La Bussola d’Oro” di Philip Pulmann e “Il Conte di Montecristo”  che sono i primi romanzi che mi si sono impressi nella mente.
Il tuo personaggio preferito (immaginario o non) che vorresti come marito?
Tu mi strazi con queste domande… lo sai, vero? Se non uno dei miei, direi Rochester
Come figlio?
Questa è difficile. Direi molti dei miei personaggi… e in forse sono tutti loro miei figli *^*
Hai una ship o un’intera flotta? 
Qualcosa… dovresti saperlo xD
Nel caso, chi trovi si debba fidanzare con chi (tra personaggi immaginari)?
Non ne ho tipo idea ahahha in tuo onore dico Sheryl e Barma
Qual è stata la tua primissima passione?
Passione in che senso? ahahha Se ho inteso bene direi la musica
Pensi che avere un blog possa aiutare con l’ansia da ”rapporti sociali”?
Non tanto. Spesso l’ho usato come modo per distrarmi dalla mia poca socievolezza. Ma internet in genere non deve essere un sostituto ai rapporti sociali dal vivo. Sono la prima a dirlo, pur avendo conosciuto persone meravigliose ^^
Dormi ancora con qualche peluche?
No ahahah
Cosa ne pensi dei disordini negli USA nati dalla discriminazione dei ”neri” da parte dei ”bianchi”, dagli atti dei poliziotti americani nei confronti dei primi?
Personalmente qualsiasi tipo di discriminazione è male. Purtroppo spesso è un problema di cultura, di sovrapposizioni di torti da cui non si riesce più ad uscirne. Non sono abbastanza informata sull’argomento per dire altro, spero che vada bene questo. Non esistono razze, nè uomini superiori ad altri.
Cosa diresti ad una persona alla quale piace leggere fanfiction con pairing omosessuali, ma che si sente a disagio o non accetta delle coppie omosessuali nella realtà? (ad esempio, apprezza fanfiction riguardanti due personaggi maschili che si amano, ma se per strada vede due ragazze insieme disprezza la cosa, o viceversa)
A parte che è una persona tutto tranne che coerente? Spero non esista gente così xD Personalmente le farei notare la sua incoerenza e le consiglierei di maturare un po’.

 

E infine alle domande di Belial ^^
Cosa ti spinge a pubblicare su un blog quando esistono social network come Facebook e Twitter decisamente più visitati rispetto al circolo dei blog?
Ammetto di non averci mai nemmeno pensato. Sono troppo riservata forse e un blog è un angolino più chiuso e mi permette di fare meglio ciò che desidero. Personalmente continuo a preferire i blog ^^
Hobby diversi da lettura, scrittura, disegno e visione (di film, o cartoni o serie in generale)?
A parte quelli che hai già citato direi suonare, ascoltare musica, fare ricerche e giocare a qualche videogame.
Questa è particolare… cosa ne pensi del fenomeno degli youtuber quasi più famosi di certi attori a volte? 
Ammetto di non essermi mai interessata all’argomento xD Da esterna posso paragonare questo fenomeno a quello degli scrittori che decidono di pubblicare senza l’aiuto di una casa editrice. E’ il loro modo per entrare nel mondo e come ci sono molti che magari non meritano tanta gloria (e potrei fare dei nomi) altri non sono male. Dipende sempre da come si fanno le cose e in via generale questo è quello che mi viene da dire adesso ^^
Tenere un blog significa voler scrivere (recensioni, storie, i propri pensieri…) Cosa ti spinge a farlo? Hai avuto un punto di riferimento?
Mi spinge a farlo il mio grande desiderio di comunicare, di condividere, di far sentire il mio pensiero attraverso quello che mi riesce un po’ meglio. Cerco di informarmi da varie fonti e di non scrivere sciocchezze.
Chi è il tuo eroe (reale o meno)?
Non credo negli eroi. Eroe è chiunque riesca a vivere nel rispetto dell’altro, nella tolleranza per tutto ciò che è diverso, nel distinguere ciò che non fa male all’altro da ciò che fa del male all’altro. Eroe è chi riesce a vivere la propria quotidianità nella libertà (e non nel libertinaggio), nella conoscenza (e non nella superbia), nell’apertura mentale (e non essere chiusi nel proprio piccolo mondo)
Buoni o cattivi? Perché? 
Dipende. Nella realtà non credo a un bene o un male assoluto, ci sono tante sfumature che capovolgono spesso gli opposti. Nella finzione anche ci deve essere una buona caratterizzazione di entrambi e se ne potrebbe ricavare da entrambe le figure una certa simpatia (anche se non deve andare a giustificare il “cattivo”)
Molti argomenti (Sport, arte contemporanea, film…)  creano aspre critiche soprattutto da chi non se ne intende e non sa di cosa sta parlando. Cerchi di cambiare il loro modo di pensare (e di esprimersi soprattutto… dato che spesso è quello che da fastidio, non tanto l’idea di fondo) o lasci correre? 
Prima di tutto devo essere informata anche io xD. In questo genere di dispute io cerco di dire la mia, cercar di fare ragionare il soggetto in questione. Non sempre riesce (anzi quasi mai…) le persone ragionevoli sono sempre più rare. In una disputa del genere anche io potrei dire qualcosa di sbagliato ma una conversazione basata sulla razionalità chiarisce tutto.
Cosa odi?
Gli ignoranti (soprattutto quelli convinti di conoscere tutto), i maschilisti, chiunque soffoca i diritti di qualcun’altro, coloro che sono invidiosi e nel frattempo piangono su se stessi sperando di essere compatiti, i lunedì e internet che non funziona a dovere.
Cosa, al contrario, ti piace?
Tutte le mie passioni ** le persone con cui si può parlare e discutere anche di argomenti delicati senza mancarsi di rispetto, conoscere ciò che non conosco, il the.
Tra tutti i miei hobby, c’è anche quello dei videogiochi. Purtroppo c’è tanta ma tanta disinformazione anche tra gli stessi giocatori e spesso si prendono per buone le trovate dei telegiornali (spesso associando determinati videogiochi a omicidi…). Cosa ne pensi di queste notizie “casalinghe”?
Qualche volta mi capita di giocare a qualche videogame. Sono a favore del fatto che non debba diventare una completa alternativa al mondo esterno (cioè fare solo quello… dalle sei del mattino alle tre di notte per intenderci), non fa bene stare tantissimo (l’esagerazione non va mai.) Personalmente non mi è mai capitato di diventare violenta per un videogame. Ipotizzo che per alcuni soggetti questi videogame possano davvero portare a gesti estremi ma questo anche perchè sono disturbati da qualcosa… non so benissimo come dire. Ci sono altri agenti che agiscono sulla mentalità di un individuo e io non sono una psicologa per dire qualcosa di più approfondito. A volte si tende a strumentalizzare e a ingigantire la cosa ma a prescindere fare solo quello non fa bene.

Le mie Domande

  • Avete un obiettivo da raggiungere al momento?
  • Scegliete la musica che vi piace in base ai testi, alla musica che accompagna o alla voce del cantante?
  • Come reagireste se una persona che avete sempre ritenuto intelligente, colta e sempre stimata, a un tratto dice una frase o qualcosa che lascia comprendere tutto il suo odio per una situazione che pensavate solo una persona chiusa di mente potesse giudicare tanto male e in modo sbagliato?
  • A volte avete come la sensazione di non conoscervi appieno?
  • Cosa pensate delle censure?
  • Avete mai letto qualcosa che vi ha turbato? Avete pensato che quelle parole avreste potute scriverle voi tanto le sentivate vicine e non potevate che continuare a leggere, incantati da quella riflessione che scorreva davanti a voi? Non parlo di libri o di racconti ma di riflessioni.
  • Per svolgere delle attività vi lasciate guidare da schemi prestabiliti o liste di qualche sorta?
  • Come vi ponete davanti a qualcosa che non conoscete? Siete curiosi o non vi interessa?
  • La vostra fiaba preferita? Perchè?
  • A cosa stai pensando?

    Le mie Nomine

  • LaCorte
  • Il Mondo di Shioren
  • Lady Fullmetal
  • Confessions
  • Le avventure di tutto
  • Segretario’s and other Tales
  • Angela F. Siracusa
  • Ali di Pergamena
  • L’Isola di Skye
  • Andra Geanina Tarnauceanu

 

 

 

 

 

Annunci

4 thoughts on “Liebster Award Il Ritorno

  1. Pingback: La Corte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...