Write – Analizzare

2012-APR-Rose-by-KaliLainePhotography[1]

Oggi voglio parlarvi come ho iniziato a scrivere seriamente.
Quando ero più piccola riuscivo a scrivere davvero poco, anzi non riuscivo proprio a concentrarmi sulle varie caratteristiche di una storia, sui personaggi e sulle tantissime problematiche che si innescano in una storia.
Un giorno un professore d’italiano mi disse che era necessario liberarsi di tutto quello che passava per la testa per iniziare a scrivere. Io invece ero una persona che cercava di far quadrare tutta la storia fin dall’inizio, secondo rigidi schemi, che non ammetteva cambiamenti né intromissioni d’ispirazione. A malapena poi riuscivo a rendere psicologicamente i personaggi e far bene capire dove si svolgesse la vicenda, senza contare gli innumerevoli errori grammaticali e sintattici.
Ero molto giovane, inesperta e troppo fissata con il proprio “io” da maturare per poter fare frutto ancora dell’osservazione che mi ha sempre caratterizzata. Presi perciò una risoluzione, forse incosciente ma che con il tempo credo si sia rivelata ottima. Presi a delineare storie in cui la protagonista ero io e gli ambienti erano vicini alla realtà che vivevo.
Narcisismo? Non so dirlo ma questo mi aiutò in due cose:
Prima di tutto a capire chi fossi veramente a operare nel tempo una lunga analisi su me stessa, i gusti, il carattere, i comportamenti, i difetti… e mi ha portato a conoscermi meglio.
E in secondo luogo, cioè quello che vi interessa, è stato quello di iniziare a dare un primo spessore ai caratteri. Adesso non solo mi basavo sulle “frivolezze” del personaggio ma andavo a scavare nei suoi comportamenti, nelle abitudini, avendo un quadro d’insieme sempre più ampio.
Stessa cosa per le ambientazioni, adesso non parlavo solo dell’aspetto “fisico”delle cose ma indagavo, variegavo e iniziavo anche a inserire personali considerazioni del personaggio su come percepisse quel posto.
Per qualche anno migliorai e crebbi con il solito personaggio. Vi assicuro quando vi fissate su un carattere prima o poi dovrà uscirne un risvolto più profondo. Questo perché ci si secca di descrivere le stesse cose e allora si inizia ad andare oltre, quello che secondo me la scrittura dovrebbe fare.
Piano piano poi iniziai a stufarmi, avendo ormai esaurito ogni aspetto e ormai si trattava solo di un lavoro di lima che però non mi avrebbe fatto ottenere la totalità che io volevo raggiungere.
Ho sempre avuto una certa fantasia ma non ero riuscita mai a esprimerla, proprio perché senza questa prima analisi della realtà non si può descrivere il fantastico nelle sue mille sfaccettature e mille colori. Per questo ora basta che cammino nella mia mente per avere nuovi paesaggi e spunti, mondi ed etiche.
Mi esercitai nel fantasy, cercando di ricreare gli scenari più disparati e che potessero aiutarmi a realizzare di più. Adesso che conoscevo la complessità della realtà riuscivo a riprodurla nella mia scrittura e di aver un qualcosa di definito. Presi quindi ad esercitarmi anche con i personaggi.
Partii dalle donne, analizzando il loro (e mio) mondo, nelle mille sfaccettature che l’animo umano riesce a regalare. Certo non era completo però era per provare altro, qualcosa di diverso.
Ammetto che per i diversi modelli, dato che non sapevo sempre da dove partivo ho sfruttato i diversi modelli degli oroscopi xD Avevo una diversa prospettiva di caratteri con un po’ di particolarità tutte insieme ed è stato molto divertente.
Solo due anni fa ho iniziato a prendere in mano il personaggio maschile e lo ammetto, mi sono trovata molto a mio agio.
Forse perché ho letto molti libri con protagonisti maschili, forse perché con il lungo lavoro che ho intrapreso mi è subito stato facile identificarmi e cercare di capire i meccanismi.
Questa è dunque il mio inizio e il mio breve percorso d’esperienza. Adesso riesco a combinare vari dettagli e costruire da sola luoghi, personaggi e tutto il resto 🙂 Purtroppo l’animo umano è quello e non posso cambiarlo con i miei scritti ma cerco di sviluppare tutto da me.
Annunci

18 thoughts on “Write – Analizzare

  1. Bravissima. Confermi che la migliore scuola di scrittura, una persona l’ha in sè. 🙂 Come il talento. Termine che ne racchiude tanti, in realtà.
    La conferma è nella tua scrittura che so, lo stesso non ti appaga. Brava anche sotto questo aspetto.
    Sento anche che la tua determinazione è tale da andare oltre alle lusinghe, come il viaggio di Ulisse che è andato oltre le Sirene.

    Liked by 2 people

  2. Story of how you learned to story. Yes English is strange and wonderful too.

    I very much like what you say here;
    “I always had some imagination but I was never able to express it, because without this first analysis of reality can not describe the fantastic in all its facets and many colors”

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...